Gaza: morti 4 manifestanti, oltre 400 i feriti

Aquiloni con bottiglie incendiarie sul confine

E' salito a 4 il numero dei palestinesi morti negli scontri di oggi con l'esercito israeliano lungo la barriera difensiva. Lo dice il ministero delle sanità di Gaza citato dai media palestinesi annunciando che ci sono altre due vittime, tra cui un ragazzo di 15 anni morto per le ferite alla testa riportate a Jabaliya. I feriti sono, invece, saliti a 445.

Sono circa 3000 i palestinesi che stanno partecipando "ai tumulti" in cinque luoghi lungo la barriera difensiva con Israele. Lo dice l'esercito dello stato ebraico secondo cui ci sono stati "tentativi di avvicinarsi alle infrastrutture di sicurezza, con l'incendio di copertoni vicino a queste e con tentativi di lanciare aquiloni con oggetti incendiari attaccati. Diversi di questi hanno superato la barriera passando in Israele. I soldati stanno rispondendo con mezzi di dispersione e con spari secondo le regole di ingaggio".

In mattinata velivoli israeliani avevano lanciato su Gaza volantini in arabo chiedendo alla popolazione di "evitare di avvicinarsi alla barriera difensiva". "Vi consigliamo caldamente - c'era scritto - di non partecipare ad atti di violenza contro le forze israeliane e di tenervi lontano dai terroristi. Hamas vi usa come strumento per i suoi interessi. I nostri soldati faranno tutto il necessario per bloccare attacchi o assalti".

In risposta, attivisti di Gaza hanno subito stampato volantini che hanno poi lanciato verso Israele, appesi ad aquiloni. Nel testo, in arabo e in ebraico, si legge: ''Sionisti, per voi non c'e' spazio in Palestina. Tornate nei Paesi dai quali provenite. Non obbedite ai vostri leader, che vi mandano alla morte o alla prigionia''. Come firma e' stato usato un hashtag: #Al-Quds (Gerusalemme)_Capitale_Palestina.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA