Leader curda, a Afrin uccisi 100 civili

'Comunità internazionale faccia pressioni sulla Turchia'

(ANSA) - ISTANBUL, 22 FEB - Dall'inizio dell'offensiva turca contro l'enclave curdo-siriana di Afrin "sono stati uccisi più di cento civili". Lo ha detto all'ANSA la nuova co-leader del partito filo-curdo Hdp in Turchia, Pervin Buldan. "Abbiamo molte foto che documentano le vittime civili. Non è facile fornire cifre esatte, ma dalle nostre fonti sappiamo che ci sono più di 100 civili uccisi", ha spiegato Buldan.
    "Tutta la comunità internazionale e gli Stati Uniti dovrebbero fare pressioni sulla Turchia perché lasci Afrin al più presto possibile e accetti la sua amministrazione", ha detto Buldan. "L'operazione di Afrin avrà delle conseguenze politiche molto importanti nell'area. Sia i Paesi europei che gli Stati Uniti hanno commesso un errore a non sostenere la sua amministrazione democratica. Una soluzione può essere trovata solo col dialogo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA