Mo: calo Fatah in voto Cisgiordania

Alle elezioni non hanno partecipato Hamas, Jihad e Fplp

Nonostante gli appelli di varie fazioni politiche palestinesi al boicottaggio, si sono chiuse ieri sera alle 19 (ora locale) le urne per le elezioni locali in Cisgiordania indette da Fatah che rappresenta la maggioranza dell'Autorità nazionale palestinese ed è il partito del presidente Abu Mazen. In base alle prime informazioni diffuse dall'Associated Press - anche se i risultati ufficiali si avranno solo nella tarda serata di oggi e non si conosce ancora la percentuale complessiva dei votanti - si registrerebbe un certo calo di Fatah: ad Hebron il partito avrebbe ottenuto ad esempio solo 7 dei 15 seggi in palio, mentre a Nablus 11 su 15 e grazie all'alleanza con dei candidati vicino ai movimento islamico. Secondo le stesse fonti, si sarebbe votato di più nelle zone rurali che in città. In contrasto con la competizione elettorale Hamas, la Jihad islamica e il partito di ispirazione marxista Fronte popolare per la liberazione della Palestina (Fplp) non hanno partecipato al voto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA