Recuperato battello naufragato in Egitto. Morti saliti a 182

Sisi, nulla giustifica queste morti

 Il sindaco della città di Metoubas, Ali Abdel Sattar, nel nord dell'Egitto ha reso noto  che è stato recuperato il battello di migranti naufragato mercoledì scorso davanti alle coste settentrionali. La stessa fonte ha aggiunto che sono stati ritrovati i corpi di 12 persone, facendo salire il bilancio dei morti a 182. I migranti scampati alla tragedia sono 164. Gli altri sono dati per dispersi. Sulla nave erano stipati oltre 450 persone.
    Si teme che il bilancio delle vittime possa essere ancora più alto in quanto nel barcone erano stipate "almeno 480 persone".
    Intanto, il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi ha osservato un minuto di silenzio per le vittime del naufragio.
    "Nulla giustifica la morte di tutte queste persone", ha detto il leader egiziano chiedendo che si ponga fine a questo fenomeno, con la collaborazione tutte le forze della società civile e non solo affinché incidenti di questo tipo non si ripetano più.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA