Mo:Bennett,pressioni economiche immorali

Israele è diga contro terrorismo, va aiutato

(ANSA) - TEL AVIV, 10 FEB - Le pressioni economiche europee verso Israele sono "immorali" ed equivalgono a sospingerlo "al suicidio". Lo ha affermato, secondo informazioni giunte alla radio militare, il leader del partito nazionalista Focolare Ebraico, Naftali Bennett, in un incontro a porte chiuse con 26 ambasciatori dell'Ue, fra cui quello italiano. Bennett ha aggiunto che Israele rappresenta "una grande diga di fronte a un grande fiume di terrorismo", e pertanto dovrebbe essere aiutato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA