Kosovo chiede ritiro del Nobel a Handke

'Non merita premi chi ha difeso i crimini di Milosevic'

(ANSA) - PRISTINA, 11 OTT -Anche in Kosovo l'assegnazione del Nobel per la letteratura allo scrittore austriaco Peter Handke ha suscitato sdegno e condanna e, al pari della Bosnia-Erzegovina, è stata avviata una petizione per chiedere la revoca del riconoscimento a colui che ha "apertamente sostenuto i crimini compiuti da Slobodan Milosevic".
    "Una persona che difende un simile mostro non merita alcun riconoscimento letterario, figuriamoci il premio Nobel", si legge nella petizione, appoggiata dall'Accademia delle scienze e delle arti del Kosovo (Ashak), che ha inviato una lettera al Comitato Nobel con la richiesta di ritirare il premio a Handke. Anche il presidente Hashim Thaci ha condannato l'assegnazione del Nobel a Handke che, ha detto, ha appoggiato i responsabili del genocidio compiuto in Kosovo e in Bosnia. Peter Handke viene criticato in Kosovo sopratutto per la sua opposizione ai bombardamenti Nato della primavera 1999 contro la Serbia, una campagna che a Pristina viene considerata determinante per la liberazione del Kosovo.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA