Ue: audizione ministro Ungheria

Sulla graticola per Stato di diritto. Budapest, è una vendetta

Il ministro della Giustizia e degli Affari europei ungherese Judit Varga sarà oggi sulla graticola al Consiglio Affari generali dell'Ue, a Bruxelles. Si tratta della prima audizione di un rappresentante dell'Esecutivo di Budapest nell'ambito della procedura sullo Stato di diritto del Paese, avviata dall'Eurocamera un anno fa.
    Di fronte all'iniziativa l'Ungheria sale sulle barricate e per bocca di Zoltan Kovacs, uno dei portavoce del premier Viktor Orban, mette in guardia: "Alcuni nel Parlamento europeo continuano ad essere determinati a voler far pagare all'Ungheria per la sua strenua opposizione ad un'agenda pro-migranti e per la sua insistenza nella difesa delle frontiere Schengen. Questa è la ragione dell'audizione di oggi".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA