Brexit: terzo round per il dopo May

Attesa impennata Boris. In tv evasivo ma rivali non mordono

Terzo round oggi delle votazioni preliminari in seno al gruppo parlamentare Tory britannico nella corsa per la successione a Theresa May alla guida del partito e del governo. Le attese sono per un ulteriore aumento di consensi del capofila Boris Johnson, sempre più favorito dopo aver essere salito nel secondo scrutinio di ieri da 114 a 126 voti.
    In gara restano 4 rivali (Jeremy Hunt, Michael Gove, Sajid Javid e l'unico vero moderato sulla Brexit, Rory Stewart), che hanno tenuto botta. Ma comunque a grande distanza dall'ex ministro brexiteer (il meno lontano, Hunt, si è fermato a 46 suffragi).
    Johnson, che giusto oggi compie 55 anni, dovrebbe fra l'altro ereditare ora i consensi del solo escluso di ieri, Dominic Raab, falco euroscettico, in un nuovo scrutinio che non prevede più soglie di sbarramento, ma solo l'eliminazione del meno votato: in modo da avvicinare il traguardo finale ballottaggio a due di fronte ai 160.000 iscritti del partito.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA