Brexit: Johnson nel mirino dei rivali

Il favorito per il dopo-May sfidato a partecipare a dibattiti tv

(ANSA) - LONDRA, 14 GIU - Sempre più favorito - dopo il netto primato conquistato alla prima votazione di ieri - nella corsa per succedere a Theresa May come leader Tory e premier britannico, Boris Johnson resta comunque sotto il tiro dei sei rivali rimasti (per ora) in gara e di tutto il fronte avverso.
    A sparare a zero è in particolare Mohammed Amin, presidente del Conservative Muslim Forum, una lobby di Tory di radici islamiche, il quale minaccia di dimettersi se l'ex ministro brexiteer - noto per aver paragonato le donne in burka a "cassette per le lettere" - dovesse diventare leader. Per Amin, "essere popolari non basta, pure Adolf Hitler lo era", anche se Boris non è Hitler, "ma un buffone".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA