Sparatoria a Utrecht, tre morti. Arrestato il sospetto aggressore

Cinque i feriti. Media: ha sparato per motivi familiari

Sparatoria a Utrecht in Olanda. Un uomo ha aperto il fuoco dentro un tram per poi fuggire. Tre le persone rimaste uccise, 5 i feriti. Il sospetto autore, 37enne turco, avrebbe aperto il fuoco contro una persona per "motivi familiari" e poi colpito altri che cercavano di aiutarla: lo riporta l'agenzia statale turca Anadolu, citando familiari del killer. L'uomo è stato arrestato, ha fatto sapere la polizia.

Inizialmente la polizia olandese non aveva escluso un movente "terroristico" e il primo ministro Rutte aveva parlato di una situazione "preoccupante" riunendo l'unità di crisi.

 

Un testimone della sparatoria, citato dai media locali, ha detto di aver sentito diversi colpi di arma da fuoco e di aver visto una donna a terra. Quando alcune persone si sono avvicinate per soccorrerla, secondo il racconto del testimone, si sono uditi altri colpi e i presunti soccorritori si sono subito allontanati dalla donna.

Spari su un tram a Utrecht

La polizia anti-terrorismo olandese aveva alzato al massimo il livello d'allerta e chiesto a tutte le scuole della città di tenere le porte chiuse. Diramato l'allerta anche negli aeroporti e in altri edifici sensibili nei Paesi Bassi". Allerta diramata anche ad Amsterdam e Rotterdam. In quest'ultima città, scrive il sito Nos, è stata rafforzata la vigilanza nelle stazioni e nelle moschee.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA