Juncker, non vedo segnali di progresso

'Temo che l'incontro con la May di domani non sarà produttivo'

Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha detto di non vedere sufficienti segnali di progresso sulla Brexit tali da sperare che l'incontro di domani con la premier britannica Theresa May possa essere produttivo. "Domani vedo May - ha detto - e non vedo abbastanza movimento da farmi ritenere che sarà una discussione produttiva.
    Non so che cosa mi dirà May domani". "Non è la Commissione europea che decide quando il Regno Unito lascerà l'Ue, ma solo il Regno Unito. Theresa May dice che il Regno Unito uscirà il 29 marzo. Se dovesse rimanere oltre maggio, in quanto membro dell'Ue deve organizzare le elezioni europee. Il trattato è il trattato e questo è quello che dice", ha detto ancora Juncker in una dichiarazione veicolata via Twitter dalla portavoce della Commissione Mina Andreeva.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA