Brexit,studenti Ue contati come migranti

Sottosegretaria Barverman, diritti garantiti per chi è già in Gb

(ANSA) - LONDRA, 13 SET - Gli studenti europei che vorranno andare in Gran Bretagna, dopo la Brexit, dovranno essere inclusi nel numero complessivo di immigrati ammessi nel Paese e non avranno diritto a un trattamento preferenziale. Lo riporta un rapporto redatto dal Migration Advisory Committee per conto del ministero dell'Interno britannico. Se l'obiettivo rimane quello di ridurre il numero dei migranti, si afferma nel rapporto, non c'è modo di inserire gli studenti Ue in una categoria differente. E questo nonostante si riconosca che "gli studenti stranieri apportano evidenti benefici all'intero Regno Unito" con flussi di denaro che aiutano le economie locali e capacità aggiuntive. Tuttavia, aggiunge il rapporto, si possono introdurre facilitazioni per il passaggio degli studenti al mondo del lavoro. "I diritti degli studenti europei che si trovano già nel Regno Unito o che arriveranno durante il periodo di transizione (cioè fino al 2020) resteranno equiparati a quelli degli studenti britannici".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA