Dietrofront Spagna, venderà bombe a Riad

Dopo congelamento, per salvare contratto fornitura navi a Riad

Il governo spagnolo ci ripensa e decide di ripristinare il contratto da 9,2 milioni di euro, congelato solo due giorni fa, per la fornitura di 400 bombe di precisione all'Arabia Saudita, che Riad intende utilizzare contro gli Houthi nello Yemen. Lo scrive El Pais, secondo cui Madrid ha deciso di ritornare sui suoi passi per 'salvare' una lucrosa commessa da oltre 1,8 miliardi di euro, in capo ai cantieri navali spagnoli Navantia, per la fornitura di cinque corvette alla marina militare saudita.
    Il giornale scrive che "le autorità saudite erano rimaste contrariate dall'annuncio" di congelare la fornitura di bombe.
    Per l'esecutivo di Pedro Sanchez, secondo il Pais, "il dilemma era complicato" e alla fine si è deciso di dare priorità al contratto di Navantia, che garantisce 6.000 posti di lavoro a Cadice. La portavoce della Moncloa, Isabel Celaá, lo ha lasciato intendere: sarà fatto - ha detto - "tutto il necessario" per mantenere le "eccellenti relazioni con l'Arabia Saudita" e la commessa di Navantia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA