Turchia: italiana ancora in stato fermo

Cristina Cattafesta rischia accusa propaganda pro Pkk curdo

(ANSA) - ISTANBUL, 25 GIU - È ancora in stato di fermo in Turchia e rischia un'accusa di propaganda a favore del Pkk curdo Cristina Cattafesta, l'italiana bloccata ieri durante un controllo di polizia nella provincia di Batman, nel sud-est a maggioranza curda, dove si trovava per svolgere attività di osservazione elettorale per l'Hdp. Nei suoi confronti non risulta formalizzata alcuna contestazione, ma secondo fonti locali le autorità stanno indagando su materiale trovato sul suo computer. Le autorità italiane seguono il caso.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA