Usa, 'Russia liberi detenuti politici'

Washington: 'Stop a uso giustizia per reprimere dissenso'

Nel pieno dei Mondiali di calcio russi, gli Usa si dicono "profondamente preoccupati dal crescente numero di individui, ora oltre 150, identificati da credibili organizzazioni per i diritti umani come prigionieri politici e religiosi detenuti" dal governo russo e chiedono a Mosca di "liberarli" e di "mettere fine all'uso del sistema legale per reprimere il dissenso e le pratiche religiose pacifiche". Lo afferma una nota del dipartimento di Stato Usa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA