Terrorismo, 326 arresti in Turchia

A una settimana dal voto, in maggioranza membri Pkk e rete Gulen

(ANSA) - ISTANBUL, 18 GIU - Non si fermano gli arresti di massa sotto lo stato d'emergenza post-golpe in Turchia, a una settimana dalle cruciali elezioni presidenziali e parlamentari anticipate. Negli ultimi 7 giorni, riferisce il ministero degli Interni, sono 326 le persone detenute con accuse di terrorismo in tutto il Paese. Per la maggior parte (134) si tratta di sospetti affiliati al Pkk curdo. Altri 119 sono finiti in manette per supposti legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen. Detenuti anche 61 sospetti membri dell'Isis e 12 di gruppi illegali di estrema sinistra.
    Sotto lo stato d'emergenza dichiarato dopo il fallito colpo di stato del 15 luglio 2016, stima l'Onu, le persone arrestate in Turchia sono almeno 160 mila.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA