Migranti: Ue, 'non accusiamo l'Italia'

Avramopoulos: 'Aspetto di vedere come evolve la situazione'

(ANSA) - BRUXELLES, 12 GIU - Sulla vicenda di nave Aquarius non è questione se il comportamento dell'Italia "sia legale o meno, ma se sia adeguato e in linea con la politica migratoria europea. Non seguiremo" la strada di chi ha detto che il comportamento dell'Italia è illegale, "sto ancora aspettando di vedere come evolve la situazione". Così il commissario europeo alla Migrazione, Dimitris Avramopoulos. "Non faccio il gioco del biasimo. Molta attenzione è stata data alla vicenda di Aquarius ma questo è solo un incidente, un caso". In queste ore "l'Italia sta salvando altri 900 migranti e mantiene le sue responsabilità. Voglio esprimere i ringraziamenti per gli erculei sforzi che l'Italia ha fatto negli ultimi tre anni, e per questo deve essere lodata. La Commissione continuerà a sostenere l'Italia", ha aggiunto Avramopoulos. "Continueremo a lavorare sul dossier Libia, anche se dobbiamo ricordare che la situazione è ancora molto instabile ed alcuni dei nostri interlocutori sono molto deboli". ha aggiunto il commissario europeo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA