Turull domani presidente Catalogna

Il voto annunciato dal presidente del Parlament Roger Torrent

Dopo il veto della Corte Costituzionale spagnola alla rielezione di Carles Puigdemont in esilio a Bruxelles e del tribunale supremo a Jordi Sanchez, in carcere a Madrid, l'indipendentista Jordi Turull, ex-ministro portavoce nel Govern di Carles Puigdemont, è candidato ufficialmente alla presidenza della Catalogna, ha annunciato il presidente del Parlament Roger Torrent dopo le consultazioni telefoniche con i gruppi politici. 

Il governo spagnolo ha però criticato la decisione del presidente del Parlament Roger Torrent che la notte scorsa ha convocato già per oggi l'elezione di Turull, prima che sia incriminato domani dal tribunale supremo spagnolo. Il segretario di Stato Roberto Bermudez de Castro ha definito la "manovra" come "arbitraria e settaria". Madrid ha anche avvertito che il commissariamento della Catalogna finirà solo con la formazione di un nuovo Govern "conforme" alla legge.

Frattanto, Ciutadanos (Cs), il primo gruppo dell'opposizione unionista nel Parlamento catalano, ha chiesto il rinvio del voto di investitura di Turull a presidente della Catalogna, a causa della "manifesta inidoneità del candidato", indagato per presunta 'ribellione' dalla giustizia spagnola.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA