Johnson, fermare Brexit sarebbe disastro

Ministro Esteri Gb, 'sarebbe un tradimento, non lo permetteremo'

(ANSA) - ROMA, 14 FEB - Fermare la Brexit sarebbe uno "sbaglio disastroso che porterebbe a sentimenti di tradimento permanenti e inestirpabili": ne è convinto il ministro degli Esteri britannico Boris Johnson, che in un discorso atteso oggi a Londra delineerà la strada verso l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. Alcuni passaggi del suo discorso, il primo di una serie da parte dei ministri del regno su questo tema, sono stati anticipati dai media nazionali.
    Johnson prende atto dei tentativi di rovesciare il risultato del referendum da parte della campagna 'Remain': "Temo che qualcuno stia diventando sempre più deciso a fermare la Brexit, a rovesciare il voto referendario del 23 giugno 2016... Noi non possiamo e non permetteremo che questo accada".
    Tuttavia, il ministro riconosce che l'uscita dall'Ue avrà successo solo se il governo riuscirà a rassicurare coloro che nutrono preoccupazioni su questa decisione. Le loro "paure", sottolinea, "sono prive di fondamento": la Brexit "non è motivo di paura, ma di speranza".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA