Macron-Merkel: 'Sfide europee richiedono risposte immediate'

Da trattative Berlino 'emerge reale ambizione per Europa'

Una riunione sul futuro dell'Unione europea: dopo l'incontro di ieri con Theresa May, il presidente francese, Emmanuel Macron riceve all'Eliseo la cancelliera tedesca Angela Merkel per un'incontro a quattr'occhi sull'avvenire dell'Unione europea e l'ambizione del presidente francese di renderla più sovrana, efficace e democratica. Ieri, i ministri delle Finanze di Francia e Germania hanno espresso la volontà di portare a casa la riforma dell'eurozona entro giugno, in stretta cooperazione con Italia e Spagna, anche se Berlino resta azzoppata dalle divisioni nella Spd. Human Rights Watch bacchetta il presidente francese: "Sui diritti umani potrebbe fare meglio".

Le sfide europee "sono numerose e richiedono risposte immediate": lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, nel corso della conferenza stampa congiunta a Parigi con la cancelliera tedesca, Angela Merkel.  "Non spetta a me commentare la politica interna di un Paese partner e amico". Ma dalle "trattative in corso" per la formazione di un nuovo governo tedesco emerge una "reale ambizione per il progetto europeo", ha affermato Macron.

"La nostra ambizione per l'Europa non si realizza da sola, ha bisogno di coniugarsi con l'ambizione tedesca, è quello a cui lavoriamo". Quanto al voto della Spd domenica, Macron non intende "fare pronostici per un Paese che non è la Francia". Ma "non dobbiamo essere negativi", "noto che il testo di pre-accordo sottoscritto dalla Spd porta una reale ambizione europea".

Il discorso pronunciato dal presidente francese, Emmanuel Macron, alla Sorbona, "è un grande progetto per l'Europa, riguarda ciò che è necessario affinché l'Europa abbia più fiducia in sé stessa e porti fiducia e soddisfazione ai suoi cittadini. Su questo non c'è nessuna differenza": la cancelliera tedesca, Angela Merkel, nel corso della conferenza stampa congiunta all'Eliseo, ha risposto così a chi chiedeva se non ci fossero differenze tra i piani tedeschi sull'Europa e quelli del leader francese, che vuole, tra l'altro, un bilancio comune della zona euro.

Merkel si è detta "fiduciosa" sul voto del congresso della Spd domenica prossima e l'ok all'avvio delle trattative per la formazione di un nuovo governo a Berlino. "Mi auguro che diano luce verde".
"Abbiamo dovuto accettare dei compromessi, ed è normale che sia così, non potevamo imporre tutto il nostro programma agli altri", ha aggiunto la cancelliera tedesca a Parigi, precisando tuttavia che il suo "fervore europeo" e la sua "concezione di un'Europa forte" resta integra e non dipende da altre formazioni politiche. A questo punto, per lei, la cosa importante è "essere in grado di agire". "Sono fiduciosa", ha concluso, auspicando che nella Spd siano "numerosi" a voler aprire i negoziati per la formazione del governo, ha sottolineato.

Nei negoziati per la formazione di un nuovo governo a Berlino le questioni europee "sono assolutamente prioritarie", ha concluso Merkel.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA