Polonia, migliaia contro stretta aborto

Manifestazioni di donne a Varsavia e in altre 60 città

(di Tadeusz Konopka)

Una nuova ondata di manifestazioni in Polonia contro il divieto di aborto ha unito in tutto il paese diverse migliaia di donne scese in piazza, nonostante il freddo e la neve, per difendere la propria libertà. Le proteste, promosse dall'organizzazione 'lo sciopero nazionale delle donne', erano la risposta a un disegno di legge, chiamato "fermiamo l'aborto", fortemente sostenuto dalla chiesa polacca, e accolto dal parlamento per ulteriori elaborazioni, con il quale le donne polacche rischiano di essere costrette a partorire bambini con handicap, nonostante le malformazioni del feto risultate durante le analisi prenatali.

Ma la rabbia delle donne in piazza era ancora più forte, perché tale soluzione è passata non solo grazie ai voti dei deputati della maggioranza del partito conservatore Diritto e giustizia (Pis) del leader Jaroslaw Kaczynski, ma anche a causa dell'assenteismo di diversi parlamentari dell' opposizione. Nella stessa seduta è stato inoltre accantonato un altro disegno di legge, che proponeva condizioni più libere nell'accesso all'interruzione di gravidanza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA