Svezia verso legge sul consenso sessuale

Vicepremier, 'campagna #metoo ha mostrato l'urgenza di una nuova norma'

Sull'onda della mobilitazione anti-molestie in tutto il mondo, il governo svedese ha elaborato una legge sul "consenso sessuale" che permetterebbe di perseguire molti più casi di molestie e stupri.
    "Se il sesso non è volontario, allora è illegale", ha dichiarato il primo ministro Stefan Lofven spiegando il principio alla base della legge. Per la sua vice Isabella Lovin è stata la campagna del movimento #metoo a "mettere in evidenza la necessità di una nuova legislazione in materia".
    Il provvedimento, che dovrebbe essere approvato dal parlamento domani, stabilisce che "costringere una persona a fare sesso è un atto criminale a meno che quella persona non abbia detto o espresso chiaramente il suo desiderio".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA