Al via congresso Spd, Schulz in bilico

Schneider, 'leadership collegata a voto su colloqui Unione'

Si apre oggi a Berlino il congresso dei socialdemocratici tedeschi, che dovrà stabilire definitivamente se affrontare i colloqui con l'Unione di Angela Merkel, per un'eventuale riedizione della Grosse Koalition.
    Restano comunque tutte le opzioni nella mozione che il presidio del partito presenta alla base. E il futuro di Martin Schulz come leader dipende dall'esito della votazione sul governo, ha spiegato il direttore generale del gruppo parlamentare Carsten Schneider. La Germania ha votato il 24 settembre e l'Spd è crollata al 20,5%. Dalla sera stessa delle elezioni, Schulz ha affermato che avrebbe portato il partito all'opposizione, ma il fallimento dei colloqui Giamaica (fra Unione, liberali e verdi) ha indotto ad una revisione della sua posizione. Sul partito hanno fatto pressione il presidente della Repubblica Frank-Walter Steinmeier, e anche i vicini europei, in particolare il presidente francese Emmanuel Macron e greco Alexis Tsipras. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA