Corbyn non andrà a cena con Netanyahu

Sunday Times, per amb. Israele 'chi si oppone è un estremista'

Il leader laburista britannico, Jeremy Corbyn, non andrà alla cena per le celebrazioni, il 2 novembre a Londra, del centenario della Dichiarazione Balfour (con cui l'allora Impero britannico pose le fondamenta per la nascita di uno Stato sionista in Palestina) con il premier israeliano Benyamin Netanyahu. Lo riferisce il Sunday Times.
    L'ambasciatore israeliano a Londra, Mark Regev, ha detto allo stesso giornale che chi si oppone alla storica dichiarazione è un "estremista" che rifiuta il diritto all'esistenza di Israele e può essere paragonato a gruppi terroristici come quello di Hamas.
    Le celebrazioni sono state contestate dal presidente dell'Autorità nazionale palestinese Abu Mazen. Corbyn, già accusato in passato di lassismo verso forme di antisionismo, avrebbe chiesto al ministro degli Esteri del governo ombra, Emily Thornberry, di parteciparvi al posto suo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA