Romania: ancora proteste anti-corruzione

Migliaia in piazza a Bucarest. 'I ladri in carcere'

Nuove proteste ieri sera a Bucarest contro la corruzione e contro il governo del socialdemocratico Sorin Grindeanu, del quale si chiedono le dimissioni insieme ad elezioni anticipate.
    Circa 3 mila persone, secondo i media locali, sfidando il freddo intenso, sono tornate a manifestare per il dodicesimo giorno consecutivo in Piazza della Vittoria davanti alla sede del governo con bandiere romene e slogan ostili alle autorita', ritenute responsabili della corruzione dilagante.
    'Lottiamo per un Paese pulito e migliore', 'I ladri in carcere', 'L'ingiustizia ci unisce' - queste alcune delle scritte su cartelli e striscioni. Sono centinaia i politici, ministri, funzionari, imprenditori sotto inchiesta per reati di corruzione. Venerdi' la Corte di cassazione ha respinto un ricorso presentato dal presidente del Senato Calin Popescu Tariceanu, che e' leader di Alde, partito di coalizione al governo, che potra' cosi' essere processato per le accuse di frode e falsa testimonianza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA