Brexit: Scozia nomina ministro ad hoc

Per Edimburgo obiettivo è restare comunque nell'Ue

La Scozia sta cercando il modo di evitare la Brexit e le sue conseguenze negative sull'economia nazionale. Così la leader indipendentista Nicola Sturgeon ha annunciato la nomina di un suo rappresentante 'ad hoc' per trattare insieme a Londra i termini del divorzio della Gran Bretagna da Bruxelles. Il ministro dovrà quindi tentare di ottenere una sorta di 'esenzione' scozzese che permetta ad Edimburgo di continuare a godere dei benefici offerti dalla permanenza nell'Ue. Resta però aperta, come più volte ha sottolineato la stessa Sturgeon, la possibilità di indire un secondo referendum sull'indipendenza della Scozia qualora fosse compromesso il legame tra Edimburgo e Bruxelles. La 'first minister' ha anche diffuso alcuni dati sulle conseguenze negative della Brexit, che potrebbe costare all'economia scozzese tra 1,7 e 11,2 miliardi di sterline l'anno da qui al 2030.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA