Gb: tagli disabili, si dimette ministro

Duncan Smith lascia in polemica con Cameron e con Osborne

I controversi tagli di bilancio sui benefici sociali accordati finora ai disabili causano una prima crepa nel governo conservatore britannico di David Cameron: il ministro del Lavoro, Iain Duncan Smith, ha infatti annunciato in queste ore le dimissioni formalizzando il suo disaccordo da questo capitolo della manovra finanziaria appena presentata in parlamento a nome dell'esecutivo dal cancelliere dello Scacchiere, George Osborne. Capitolo criticato da piu' parti, inclusi settori del gruppo parlamentare degli stessi Tory. Duncan Smith - gia' entrato in rotta di collisione col premier per aver animato la fronda interna al governo favorevole al divorzio dall'Ue in vista del referendum sulla Brexit del 23 giugno - ha bollato come "indifendibile" il provvedimento che prevede un taglio da 4,4 miliardi di sterline a un fondo sociale, con una ricaduta immediata calcolata in 1,3 miliardi a danno di 640.000 disabili del regno.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA