Berlino invasa a sorpresa da neonazisti

In 3.000 davanti al Reichstag, 'la città era impreparata'

L'avevano sottovalutata tutti, ed è dunque oggetto di sorpresa e dibattito sui media di oggi, la manifestazione di circa 3.000 estremisti di destra che ieri a Berlino hanno marciato fino al Reichstag, senza incontrare la resistenza di contro-manifestazioni ben strutturate o il veto dell'amministrazione cittadina.
    Il Senato berlinese attendeva poche centinaia di persone, e anche i sindacati, i partiti e le chiese non hanno dato il giusto peso giusto all'evento: invece, per le strade della capitale, si sono riversati militanti provenienti da diverse città della Germania. Sono immagini, quelle viste ieri, - sottolinea la stampa tedesca - che la città ha sempre tentato di evitare. Ma ieri, neonazisti, hooligans, simpatizzanti del movimento anti-islamico "Pegida" e rocker hanno trovato spazio per sbandierare i loro messaggi violenti, nel cuore dell'ex città divisa. "Noi siamo il popolo", "Merkel se ne deve andare", "Stampa bugiarda", sono alcuni degli slogan che hanno segnato la marcia a sfondo xenofobo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA