Turchia: giornalisti Zaman in redazione

Controllati da filtro polizia, giunto anche direttore con legali

(ANSA) - ISTANBUL, 5 MAR - I giornalisti del quotidiano Zaman sono stati fatti entrare in redazione dalla polizia turca dopo un controllo di identità per ciascuno di loro. Commissariato ieri con l'accusa di "propaganda terroristica" per il presunto "stato parallelo" di Fethullah Gulen, ex alleato diventato nemico giurato del presidente Recep Tayyip Erdogan, il più diffuso giornale di opposizione in Turchia è ora sotto la gestione degli amministratori giudiziari nominati dal tribunale, considerati molto vicini al governo. "Ecco come noi giornalisti dovremmo fare il nostro lavoro.
    Sotto il controllo delle forze speciali e con la polizia dentro gli uffici", ha twittato stamani Abdullah Bozkurt, uno dei più noti editorialisti del quotidiano. Poco fa è arrivato in redazione anche il direttore Abdulhamit Bilici, accompagnato dai suoi legali. Oltre a Zaman e alla sua edizione inglese Today's Zaman, del gruppo editoriale Feza commissariato fanno parte anche l'agenzia di stampa Cihan, il magazine Aksiyon e la casa editrice Zaman Kitap.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA