Cameron sta portando Johnson verso Ue

Fra promesse a sindaco legge sovranità Gb e posto in governo

Stanno avendo successo gli sforzi di David Cameron per coinvolgere l'amico-rivale Boris Johnson nella campagna per restare in una Europa riformata. Secondo il Financial Times, il premier britannico avrebbe fatto promesse molto concrete, fra cui un importante incarico di ministro, al sindaco di Londra e deputato conservatore, per conquistare il suo pieno sostegno ai negoziati del leader tory con Bruxelles e in vista del referendum sulla permanenza del Regno Unito nell'Ue. Sino ad ora l'atteggiamento di Boris era stato piuttosto ambiguo: con le sue dichiarazioni aveva sempre tenuta aperta la possibilità di schierarsi pro o contro la Brexit. Ma l'azione di persuasione portata avanti da Cameron sta dando risultati. Non solo il premier lo ha rassicurato sul fatto che si impegnerà per presentare una legge manifesto per ribadire la sovranità del Parlamento britannico sulla legislazione Ue ma si ritorna a parlare di un posto per il sindaco della capitale nel consiglio dei ministri.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA