Erdogan, Pkk arrendetevi e avremo pietà

'O pagherete per tradimento, vi vogliamo obbedienti e non morti'

(ANSA) - ANKARA, 20 GEN - "Quelli che hanno le armi nelle loro mani, e quelli che li sostengono, pagheranno per il loro tradimento. Se quelli coinvolti in queste azioni si sentono in colpa e si arrendono da soli alle nostre forze di sicurezza, il nostro governo e la nazione gli apriranno le loro braccia compassionevoli": lo ha detto oggi il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, rivolgendosi a militanti e simpatizzanti del Pkk. Che dalla scorsa estate sono tornati a combattere contro Ankara, impegnata in operazioni militari nel sud-est del Paese a maggioranza curda. Nei giorni scorsi Erdogan aveva definito "traditori" anche gli oltre ottomila professori universitari che avevano firmato l'appello per una soluzione pacifica del conflitto, alcuni dei quali sono stati fermati e poi rilasciati.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA