Aereo Sinai, Putin: tutte piste aperte

Se è stato ordigno dovrebbero essere rimasti frammenti

(ANSA) - MOSCA, 16 NOV - Vengono studiate tutte le possibili ipotesi sulla causa della tragedia dell'aereo russo precipitato nel Sinai, probabilmente dopo essersi disintegrato in aria. Lo ha detto il presidente russo, Vladimir Putin, in una conferenza stampa ad Antalya dopo il G20, precisando che "se c'è stata una deflagrazione, le tracce di esplosivo dovrebbero essere rimaste sui frammenti dell'aereo e sugli oggetti dei passeggeri".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA