Immigrazione: polizia ceca marchia profughi con numeri sul braccio

La cifra identifica i treni e i vagoni in arrivo

La polizia ceca sta procedendo a marchiare ogni migrante, anche i bambini, in arrivo a Breclav, al confine con l'Austria, con un numero scritto a pennarello sul braccio, che identifica il treno d'arrivo e il vagone. La notizia è sul sito Britske listy (pagine britanniche) ed è confermata da Vaclav Janous del quotidiano Mlada fronta Dnes (Mfd).
Le stesse cifre vengono poi scritte sul biglietto del treno che la polizia sequestra. Con i numeri sono marchiati non solo gli adulti ma anche i bambini: il Mfd ha riportato ad esempio la foto di una bambina di 5 anni addormentata sulla spalla della madre durante il controllo. Sull'avambraccio porta la scritta C5.

"È un fatto gravissimo". Così il presidente dell'Unione delle Comunità ebraiche italiane Renzo Gattegna definisce "i segnali in queste drammatiche ore" dalla Repubblica Ceca dove "decine di profughi sono stati letteralmente marchiati come fossero bestiame al macello, richiamando inevitabilmente il periodo più oscuro della storia contemporanea".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA