Casa Bianca non usa parola "genocidio"

Comunità armena Usa in subbuglio dopo promessa Obama 2008

La Casa Bianca delude gli armeni: il presidente Barack Obama, rimangiandosi una promessa fatta nel 2008 in campagna elettorale, non userà la parola "genocidio" per definire le stragi di massa di cui Erevan commemora dopodomani il centesimo anniversario. La decisione è stata comunicata in un incontro con gruppi di armeni-americani. Nel 2008 Obama aveva dichiarato che da presidente avrebbe riconosciuto il genocidio armeno. La marcia indietro ha deluso gli attivisti. Il governo tedesco considera oggi il massacro degli armeni compiuto dall'impero ottomano cento anni fa come un genocidio. Lo ha chiarito in una telefonata la stessa cancelliera Angela Merkel, secondo quanto reso noto oggi dalla sua viceportavoce Christiane Wirtz, al premier turco Ahmet Davutoglu.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA