Poroshenko ordina blocco est, proteste

Leader ribelli accusa, "é atto di genocidio, accordi violati"

(ANSA) - MOSCA, 15 NOV - "Un atto di genocidio": cosi' Igor Plotniski, capo dell'autoproclamata repubblica di Lugansk, nell'Ucraina dell'est, ha definito il decreto con cui il presidente Petro Poroshenko ha bloccato i conti di cittadini e imprese delle aree secessioniste sotto il controllo dei ribelli e congelato i servizi pubblici. "E' vergognoso che Ue e Usa sostengano questi nuovi ricchi arrivati al potere tra le morti del Maidan", ha aggiunto, accusando Poroshenko di violare gli accordi di Minsk.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA