Merkel, libertà ancora calpestate

In Ucraina, Siria e Iraq

(ANSA) - BERLINO, 9 NOV - "In Ucraina, in Siria, in Iraq e in molti altri luoghi le persone vedono ancora la loro libertà minacciata o calpestata": cosi' Angela Merkel, commemorando la caduta del Muro e mettendo in guardia dalla possibilità di nuovi muri. Da parte sua, il sindaco dimissionario di Berlino Klaus Wowereit, ha osservato che demolire la maggior parte del Muro di Berlino, e lasciarne alla fine poche tracce dopo il nove novembre 1989, "fu forse una decisione sbagliata, ma umanamente molto comprensibile".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA