Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: sviluppati agenti protettivi contro erbicidi

In grado di ridurre gli effetti nocivi sulle piante buone

(ANSA-XINHUA) - HEFEI, 14 GEN - Gli scienziati cinesi hanno sviluppato un agente protettivo in grado di ridurre gli effetti degli erbicidi sulle coltivazioni. Lo hanno annunciato l'Istituto Hefei di Scienze Fisiche e l'Accademia Cinese delle Scienze. L'uso di erbicidi è comune nella produzione agricola, ma può influire anche sulla crescita di colture o alberi non trattati direttamente, che possono morire o avere basse rese. Wu Zhengyan, che ha guidato la ricerca per l'Istituto, ha detto che l'agente protettivo può indurre uno stato idrofilo o idrofobo sulle foglie delle colture regolando l'assorbimento dei raggi infrarossi e ultravioletti.
    Secondo Wu aumentando l'idrofobia si riduce l'aderenza degli erbicidi sulle piante, proteggendo così le colture. Aumentando le qualità idrofile, le foglie possono assorbire i fertilizzanti in maniera efficiente. "L'agente protettivo, simile a un'armatura per le piante, può essere usato più di tre volte in un anno e può soddisfare le esigenze di diserbo durante una stagione di coltivazione", ha detto Wu. I risultati sono stati pubblicati dalla rivista Sustainable Chemistry and Engineering dell'American Chemical Society.
    (ANSA-XINHUA).
   

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA