Responsabilità editoriale Xinhua.

Test Ocse-Pisa, agli studenti cinesi il punteggio più alto

I ragazzi primi in matematica e scienze rispetto a media Europa

(ANSA-XINHUA) - PARIGI, 3 DIC - Gli studenti della Cina continentale hanno ottenuto il punteggio più alto nel test Pisa, condotto dall'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Ocse). Lo rivelano i risultati dell'esame pubblicati oggi. Dietro ai ragazzi cinesi, sono arrivati gli studenti provenienti da Singapore e dalle due regioni amministrative speciali della Cina, Macao e Hong Kong. Tra i primi paesi Ocse ci sono, invece, l'Estonia, il Canada, la Finlandia e l'Irlanda.
    Il test Ocse-Pisa ha valutato circa 600.000 studenti di 15 anni provenienti da 79 Paesi ed economie nella lettura, le scienze e la matematica. A rappresentare la Cina continentale nel test sono stati studenti di Pechino, Shanghai, delle province dello Jiangsu e dello Zhejiang.
    "La maggior parte dei Paesi, in particolare nel mondo sviluppato, ha visto pochi miglioramenti negli ultimi dieci anni, anche se nello stesso periodo la spesa scolastica è aumentata del 15% nello stesso periodo", ha fatto sapere l'Ocse commentando i risultati. "Uno studente su quattro nei Paesi Ocse non è in grado di completare i compiti di lettura più elementari, il che significa che probabilmente essi faticheranno a trovare la propria strada nella vita, in un mondo sempre più volatile e digitale", ha sottolineato.
    In media circa uno studente su quattro nei Paesi Ocse non raggiunge il livello di base nelle scienze (22%) o in matematica (24%). Ciò significa che non sono in grado, ad esempio, di fare la conversione di un prezzo da una valuta all'altra.
    Circa uno studente su sei (16,5%) a Pechino, Shanghai, nello Jiangsu e nello Zhejiang, e uno su sette a Singapore (13,8%), è preparato ai massimi livelli in matematica, rispetto al 2,4% dei Paesi Ocse. (ANSA-XINHUA).
   

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA