Responsabilità editoriale Xinhua.

Celebrazioni per 90 anni scoperta 'uomo di Pechino'

Una sottospecie di homo erectus vissuto circa 700.000 anni fa

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 3 DIC - Centinaia di paleontologi provenienti da tutto il mondo si sono riuniti nella capitale cinese per celebrare il 90esimo anniversario della scoperta del primo teschio dell'Uomo di Pechino ('Homo erectus pekinensis'), una sottospecie di homo erectus vissuta circa 700.000 anni fa nell'area oggi occupata dalla periferia della città.
    Quasi 200 tra studiosi cinesi e stranieri hanno partecipato a un convegno internazionale dedicato alla paleoantropologia per condividere le ultime scoperte e promuovere la ricerca sull'origine e sull'evoluzione umana.
    Il primo cranio completo di 'Homo erectus pekinensis' fu rinvenuto dall'archeologo cinese Pei Wenzhong nel dicembre del 1929 nella cosiddetto "sito dell'uomo di Pechino", una delle quattro località di Zhoukoudian del distretto suburbano di Fangshan, dove furono rinvenuti alcuni antichi fossili umani.
    La vasta collezione di reperti, compresi sei teschi, scoperti in quel luogo negli anni Venti e Trenta del Novecento, appartengono a oltre 40 individui. Quasi tutti questi fossili sono andati perduti nel corso della Seconda guerra mondiale.
    (ANSA-XINHUA)

        Responsabilità editoriale Xinhua.

        Video ANSA