Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: archeologici ricreano fornace di 2.000 anni fa

Riprodotto un forno a tino della dinastia Han

(ANSA-XINHUA) - CHENGDU, 18 NOV - Alcuni archeologi cinesi e giapponesi hanno fatto rivivere una serie di tecniche di fusione del ferro risalenti a circa duemila anni fa.
    Basandosi su alcune scoperte archeologiche della dinastia Han (206 a.C.-220 d.C.), i ricercatori hanno ricostruito un forno a tino, riuscendo a fondere della ghisa grezza durante un esperimento condotto nel fine settimana nella città di Qionglai, nella provincia del Sichuan, nel sud ovest della Cina.
    Secondo gli archeologi, il test fornisce una serie di dati e un caso di studio per la ricerca sulle tecniche di fusione del ferro durante la dinastia Han. Lo studio sperimentale è stato realizzato grazie alla collaborazione tra l'Università del Sichuan, gli istituti per l'archeologia e la tutela dei reperti culturali di Chengdu e del Sichuan, l'Università giapponese di Ehime e il governo municipale di Qionglai.
    Il ferro è considerato uno dei materiali più importanti per la civiltà cinese. Gli antichi cinesi furono in grado di perfezionare le tecniche di lavorazione del ferro e della produzione di ghisa già nel cosiddetto Periodo delle primavere e degli autunni (tra il 770 e il 476 a.C.). (ANSA-XINHUA)

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA