Responsabilità editoriale Xinhua.

Inviato cinese all'Onu promuove iniziativa B&R (2)

(XINHUA) - NAZIONI UNITE, 8 OTT - Nel mese di aprile, il secondo Belt & Road Forum for International Cooperation ha pubblicato un elenco di 283 risultati concreti. Secondo Wu, le imprese partecipanti hanno firmato accordi di cooperazione su progetti per un valore di oltre 64 miliardi di dollari.
    L'iniziativa Belt & Road è pienamente allineata con l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile e contribuirà ad accelerare il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile in tutto il mondo, ha affermato Wu, che ha chiesto sforzi per creare un consenso globale e rendere lo sviluppo una priorità.
    La comunità internazionale dovrebbe accelerare l'attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile e porre le questioni dello sviluppo al centro del quadro macro-politico internazionale.
    Secondo Wu, i Paesi dovrebbero, alla luce delle loro condizioni nazionali e della loro fase di sviluppo, integrare l'Agenda 2030 nelle loro strategie di sviluppo a medio e lungo termine. La povertà è la sfida maggiore per l'attuazione dell'Agenda 2030.
    La riduzione della povertà dovrebbe quindi essere considerata una priorità assoluta. "Nel frattempo, - ha spiegato Wu - dovremmo concentrarci sulle infrastrutture, l'istruzione, l'assistenza sanitaria e altri settori strettamente connessi alla sussistenza delle persone per continuare a migliorare il loro benessere". Il diplomatico ha chiesto una cooperazione vantaggiosa per tutti i partenariati globali. "La comunità internazionale dovrebbe costruire un nuovo tipo di relazioni internazionali caratterizzate da rispetto reciproco, equità, giustizia e cooperazione vantaggiosa per tutti. Dovremmo salvaguardare l'architettura della cooperazione internazionale con la cooperazione Nord-Sud come canale principale, integrato dalla cooperazione Sud-Sud". (SEGUE).
   

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA