Cina: crescono attività di svago, ma manca il tempo libero

Lo sostiene un rapporto della China Tourism Academy

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 7 SET - I residenti delle aree urbane e rurali della Cina si dedicano alle più diverse attività di svago nel proprio tempo libero. A rivelarlo è un recente rapporto pubblicato dalla China Tourism Academy. Il rapporto rileva però anche che i residenti delle aree urbane e rurali del Paese soffrono ancora di una sostanziale mancanza di tempo libero, con un intervallo che va solo da due a quattro ore in media al giorno da dedicare ad attività di svago. Oltre un terzo dei residenti urbani intervistati lavora per più di nove ore nei giorni feriali.
    Sulla base di un sondaggio condotto in 10 città del Paese, tra cui Pechino, Shanghai e Guangzhou, il rapporto sullo sviluppo delle attività ricreative da parte dei cinesi sottolinea come l'esercizio del tempo libero basato sui consumi rappresenti la scelta principale dei residenti delle aree urbani e rurali, costituendo il 40% delle opzioni totali preferite dai cittadini. Queste attività comprendono lo shopping, la frequentazione di ristoranti e il ricorso a trattamenti di bellezza.
    Il turismo rappresenta ormai un'importante attività di svago per i cinesi. Quasi il 30% degli intervistati sceglie infatti di viaggiare nel proprio tempo libero. Secondo il documento citato, la proporzione di viaggi a media e breve distanza è aumentata notevolmente. Anche le attività fisiche, sportive e culturali sono parte indispensabile dell'esercizio del tempo libero dei cinesi, rappresentando il 20% delle attività ricreative preferite dai residenti delle aree urbane del Paese.
    Il documento suggerisce maggiori sforzi per garantire ferie retribuite ai lavoratori e migliorare la qualità delle attività ricreative offerte alla popolazione. (ANSA-XINHUA)

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA