Cina, riforestazione salva dall'estinzione rarissima scimmia

Solo 29 esemplari gibbone di Hainan, ma ora popolazione cresce

(ANSA-XINHUA) - HAIKOU, 19 AGO - La popolazione dei gibboni di Hainan, considerati i primati più rari del mondo, è lentamente cresciuta fino a 29 esemplari, grazie agli sforzi di rimboschimento nella provincia meridionale insulare cinese di Hainan.
    Le scimmie, endemiche delle foreste pluviali primordiali nella riserva naturale nazionale di Bawangling, contano ancora solo quattro famiglie, ma si prevede di aggiungere una nuova famiglia, dichiara Lu Yongquan, viceresponsabile dell'amministrazione di Bawangling.
    "Durante l'indagine di quest'anno - spiega Lu - abbiamo trovato una scimmia femmina solitaria, il che significa che probabilmente vedremo la creazione di una nuova famiglia". Una famiglia di gibboni di Hainan, di solito, è composta da un maschio e da due femmine adulte, le quali respingono nuove scimmie adulte che formeranno nuove famiglie.
    Con oltre 2.000 esemplari negli anni Cinquanta, la popolazione dei gibboni di Hainan è scesa a circa sette negli anni Ottanta, con un'eccessiva caccia e il taglio di legname che li ha condotti al limite della sopravvivenza.
    Per salvarli dall'estinzione, il governo locale negli anni Ottanta ha istituito la riserva di Bawangling nell'ultimo habitat di queste scimmie. Sono quindi state avviate azioni di rimboschimento per aumentare la copertura forestale dall'80% circa al 98%.
    "Circa 100.000 alberi sono stati piantati negli ultimi due decenni e questo ha contribuito a ripristinare il sistema forestale frammentato", spiega Chen Qing, un ricercatore della riserva che ha monitorato le specie minacciate per decenni.
    I gibboni di Hainan in genere vivono nella foresta pluviale su alberi alti più di 10 metri. Hanno lunghe braccia e gambe, non hanno coda e raramente mettono piede a terra, rendendo difficile l'allevamento in cattività. (ANSA-XINHUA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA