Huawei: Canada, possiamo estradare Meng

Dipartimento giustizia, 'accusa è reato in entrambi i Paesi'

MONTREAL - La dirigente del colosso cinese Huawei Meng Wanzhou, potrà essere estradata dal Canada negli Stati Uniti, dov'è ricercata per aver violato le sanzioni all'Iran. Lo ha reso noto il dipartimento di Giustizia canadese, che ha riscontrato che ciò di cui è accusata la direttrice finanziaria di Huawei è un crimine in entrambi i Paesi.
    L'udienza per l'estradizione, fa sapere la giustizia canadese, si terrà il 20 gennaio.
    La giustizia Usa accusa Meng di aver dichiarato il falso a una banca sui legami tra Huawei e una controllata occulta in Iran, Skycom, per accedere ai servizi bancari. I legali hanno obiettato che invece l'istituto di credito era pienamente a conoscenza dei rapporti tra Skycom e Huawei, e che non può essere estradata in quanto la violazione delle sanzioni Usa, anche se dimostrata, non è reato in Canada. Meng, 47 anni, figlia del fondatore di Huawei, Ren Zhengfei, fu arrestata l'1 dicembre 2018 all'aeroporto di Vancouver, su richiesta Usa, innescando una crisi diplomatica con Pechino.

La giustizia statunitense accusa Meng di aver dichiarato il falso a una banca internazionale sui legami tra Huawei e una controllata occulta in Iran, Skycom, al fine di accedere ai servizi bancari. I legali hanno obiettato che invece l'istituto di credito era pienamente a conoscenza dei rapporti tra Skycom e Huawei. Inoltre, la difesa di Meng sostiene che l'estradizione non può sussistere in quanto la violazione delle sanzioni Usa, anche se dimostrata, non è reato in Canada. Ma le conclusioni dell'attorney general federale canadese - trapelate ai media - spiegano che "in sostanza" le interazioni bancarie compiute da Meng Wanzhou costituiscono una frode. Meng, 47 anni, figlia del fondatore di Huawei, Ren Zhengfei, fu arrestata l'1 dicembre 2018, in transito all'aeroporto di Vancouver, su richiesta del Dipartimento di Giustizia americano, innescando una crisi diplomatica fra Ottawa e Pechino, che chiede il rilascio della dirigente.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA