Suu Kyi all'Aja, accusa genocidio errata

Caso Rohingya, leader birmana a udienza difende militari

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - La leader birmana Aung San Suu Kyi ha sostenuto oggi davanti alla Corte penale internazionale dell'Onu all'Aja che l'accusa di 'genocidio' nei confronti della minoranza musulmana dei Rohingya è "incompleta ed errata". Lo riportano i media internazionali. L'Onu ha apertamente accusato la Birmania di pulizia etnica.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA