Hong Kong: 72 feriti negli scontri

Sono 21 gli agenti colpiti, di cui 9 soccorsi in ospedale

Sono saliti a 72 i feriti, di cui due in gravi condizioni, dei violenti scontri di oggi a Hong Kong, innescati dalle proteste di massa contro la legge sulle estradizioni in Cina. Lo riporta la Bbc, citando fonti del governo dell'ex colonia, secondo cui sono tutti di età compresa tra i 15 e i 66 anni. Tra la polizia, gli agenti feriti sono 21 di cui 9 soccorsi in ospedale, ha invece aggiunto il South China Morning Post, il quotidiano locale in lingua inglese controllato da Alibaba.

Intanto, i leader delle proteste hanno convocato per domenica una nuova manifestazione. "Lotteremo fino alla fine con la gente di Hong Kong", ha annunciato Jimmy Sham, del Civil Human Rights Front (Chrf), principale gruppo impegnato nelle proteste che ha richiesto le relative autorizzazioni per il nuovo evento. "Quando si ha di fronte ignoranza, disprezzo e soppressione, noi saremo ancora più forti, ci sarà soltanto più gente a Hong Kong", ha etto Sham, secondo i media locali.

La polizia di Hong Kong ha finora arrestato 11 manifestanti a seguito degli scontri di ieri, ha riferito il capo della polizia, Shephen Lo, precisando che gli agenti feriti sono 22. Gli arrestati risponderanno di reati come disordine e crimini legati alla rivolta, punibili con diversi anni di prigione. Lo ha spiegato che c'era la volontà di dare spazio al dissenso, ma il lancio di oggetti sulla polizia ha portato a una azione diversa.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA