India: 10 mila bloccati in città isolata

Situazione peggiorata da ieri, esondato fiume Achankovil

Mannar, città del Kerala, lo Stato del sud dell'India da giorni flagellato dalle alluvioni provocate dal monsone, è isolata e circa 10 mila persone sono bloccate all'interno delle case allagate, molte senza cibo e acqua. Lo riferisce il quotidiano Times of India. Nella città, che conta circa 17 mila abitanti, tutte le strade sono isolate. La situazione è peggiorata da ieri dopo l'innalzamento del livello del fiume Achankovil che è esondato, bloccando di fatto anche l'ultima delle tre-quattro strade che portano a Mannar, che si trova vicino a tre fiumi. A quel punto centinaia di persone sono scappate cercando rifugio proprio nella cittadina, completamente sommersa nella parte est e ovest e senza collegamenti telefonici, visto che gran parte dei cellulari non funzionano. A complicare le operazioni di soccorso, denuncia la polizia, è la mancanza di equipaggiamento, ad esempio di torce elettriche per continuare le ricerche.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA