Afghanistan: attacco all'accademia militare, 14 morti

Ieri attentato in una moschea sciita a Kabul, 85 vittime

Un kamikaze si è fatto esplodere vicino ad un minibus carico di cadetti dell'Accademia militare di Kabul con un bilancio di 14 morti e quattro feriti. Lo ha detto il ministero della Difesa afghano a 1TvNews.

L'attentato suicida di ieri contro la moschea sciita dell'Imam Zaman a Kabul ha causato la morte di ben 85 fedeli (fra cui sei donne e due bambini) ed il ferimento di altri 64, un bilancio ben più alto di quello di 39 vittime e 40 feriti conosciuto finora. Lo scrive l'agenzia di stampa Pajhwok.

Fonti ufficiali hanno spiegato che questo è dovuto al gran numero di feriti gravi deceduti nelle ultime ore in ospedale. Prima di farsi esplodere nel mezzo dei fedeli in preghiera, ha segnalato l'agenzia, l'attentatore suicida la lanciato due bombe a mano di cui una è esplosa causando il primo gruppo di morti.

L'Isis ha rivendicato l'attacco. Lo riferisce il quotidiano britannico Independent, citando un comunicato dello Stato Islamico. L'attentato - si afferma nel comunicato - era diretto contro i "politeisti", un termine con cui il gruppo fondamentalista definisce spregiativamente i musulmani sciiti. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA