Scontri fra talebani, 100 morti

Vanno avanti da tre giorni nella provincia di Herat

(ANSA) - KABUL, 9 MAR - Per il terzo giorno consecutivo due fazioni di talebani afghani si sono scontrate oggi nel distretto di Shindand, nella provincia occidentale di Herat, con un bilancio che le autorità locali ritengono sia di almeno 100 morti di entrambe le parti. Lo scrive l'agenzia di stampa Pajhwok. Il portavoce del governo provinciale, Jailani Farhad, ha indicato che gli scontri, cominciati all'alba di lunedì, sono fra militanti dell'attuale leader supremo dell'Emirato islamico dell'Afghanistan, Mullah Akhtar Mansour, e quelli del comandante che non ne riconosce l'autorità, Mullah Mohammad Rasool. Sul terreno, ha aggiunto, si scontrano centinaia di combattenti agli ordini di due luogotenenti dei leader in lotta: il Mullah Sammad, allineato con il leader supremo Mansour, e il Mullah Nangialai, legato all'ala critica. A complicare lo scenario dei combattimenti che si svolgono in vari villaggi di Shindand c'è l'intervento delle forze di sicurezza afghane che hanno attaccato con proiettili di mortaio le zone del conflitto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA