Guatemala al voto per le presidenziali

Corruzione e diritti umani i temi principali della campagna

Oltre otto milioni di persone sono chiamate oggi a votare in Guatemala per elezioni generali riguardanti la scelta di presidente e vicepresidente, 160 deputati del Parlamento e 340 sindaci delle principali località del Paese. I seggi si sono aperti alle 7 (le 15 italiane) e si chiuderanno alle 18, per permettere l'immediato spoglio delle schede.
    Per la successione al presidente Jimmy Morales, sono in lizza 18 candidati, ma solo tre, secondo un sondaggio della Fondazione libertà e sviluppo, hanno possibilità di aggiudicarsi la massima carica dello Stato: Sandra Torres (Unità nazionale della speranza, Une, centro-sinistra) a cui vengono attribuiti il 22,6% dei consensi; Alejandro Giammattei (partito Vamos, destra) con l'11,6% e Roberto Arzù (partito Pan-Podemos, destra) col 9,2%.
    I temi principali affrontati dai candidati nella campagna, durata tre mesi, sono stati la corruzione e la violazione dei diritti umani.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA